Return to Website

BENVENUTO IN AGORÀ, il Forum su misura per noi.

UNA DISCUSSIONE SEMPRE APERTA... se vuoi scrivere qualcosa che può interessare clicca su new article e lasciando i tuoi dati scrivi l'oggetto di quello che è il contenuto del tuo messaggio e dopo pochi minuti sarà visibile sulla nostra lavagna di discussione. Se invece vuoi rispondere ad un messaggio, dopo averci cliccato e letto clicca su reply e fai il segno di spunta se vuoi la notifica.

BENVENUTO IN AGORA' Forum su misura per noi.
Start a New Topic 
Author
Comment
" ITALIA PAESE DI POVERACCI "



" ITALIA PAESE DI POVERACCI "



Cari lettori, ben 56 milioni di persone sono sotto minaccia povert in Europa. Questo dato sconvolgente proviene da uno studio realizzato dall'Eurostat (Fonte Ansa). In Italia il 18% delle persone ha entrate inferiori al 60% del reddito medio nazionale. In sostanza 18 persone su 100 sono ai limiti della sussistenza. Una massa di dati e di numeri sconvolgenti, che mettono in luce quanto l'Italia non sia quel paese del "Bengodi" che i molti vorrebbero farci vedere. Politica compresa. L'Italia anzi un paese ricco solo per poche realt sociali. Infatti il 18% della popolazione quasi un quarto della popolazione totale. Non credo servano grandi manovre politiche per portare pi benessere, ne tanto meno la farsa dell'aumento ad un milione di lire per le pensioni minime (aumento peraltro per molto pochi!). Credo invece utili, politiche redistributive maggiormente eque. Soprattutto un maggiore investimento nella spesa sociale, nell'istruzione e nel lavoro. Bisogna creare maggiore benessere anche cominciando a "stanare" tutti gli evasori. Evitando i vergognosi condoni, punendo duramente chi non paga le tasse a scapito della societ onesta! Ma soprattutto far pagare i ricchi che questo governo sta cercando invece di agevolare in ogni modo! In Italia il Ministro Tremonti ha elaborato una riforma fiscale "truffa", che porta a due le aliquote Irpef. Questa non mi pare equit; anzi mi pare tutto l'opposto. Si facciano riforme in cui il povero e chi possiede meno, possano pagare molto meno o addirittura non pagare tasse ed imposte. Si finanzino maggiormente i centri di accoglienza per le persone meno abbienti.E poi, come dimenticare il problema degli alloggi sempre troppo cari in rapporto agli stipendi da fame che vengono "elargiti" ai lavoratori. Si deve cambiare totalmente atteggiamento verso la politica sociale, la quale troppo spesso viene percepita come fonte di sprechi, mentre invece dovrebbe essere uno dei capitoli di spesa pi importanti in un paese che si definisce "civile"!



CUCCU44,SEMPRE IN PRIMA LINEA!!!