Return to Website

BENVENUTO IN AGORÀ, il Forum su misura per noi.

UNA DISCUSSIONE SEMPRE APERTA... se vuoi scrivere qualcosa che può interessare clicca su new article e lasciando i tuoi dati scrivi l'oggetto di quello che è il contenuto del tuo messaggio e dopo pochi minuti sarà visibile sulla nostra lavagna di discussione. Se invece vuoi rispondere ad un messaggio, dopo averci cliccato e letto clicca su reply e fai il segno di spunta se vuoi la notifica.

BENVENUTO IN AGORA' Forum su misura per noi.
Start a New Topic 
Author
Comment
Se questi sono uomini



Se questi sono uomini



Forse saremo stati poco attenti, ma non ci sembrato, in questi giorni, circa il trattamento riservato dagli statunitensi ai prigionieri iracheni, di sentire lamentare nessuno sulla stampa, nessuno nelle tante televisioni, nessuno dei politici umanitari (del tipo, intendiamo, di quelli sempre pronti a sganciare bombe su quei medesimi popoli dei quali dicono di difendere la libert), di tutti coloro, insomma, che in nome del loro umanitarismo bombarolo e in difesa della dignit umana protestarono ferocemente, invocarono la Convenzione di Ginevra contro la barbarie degli iracheni, quando questi mostrarono, semplicemente mostrarono, alla televisione i cinque soldati statunitensi caduti loro prigionieri.

Forse, anche loro poco attenti a quanto accadeva in Iraq a guerra finita e prima, sia a quello che riferiva qualche organo dinformazione meno allineato e servile, nobili difensori della dignit umana, non hanno notato, fra le tante cose a cui pensare, neanche un reportage, a dir poco raccapricciante, del pi diffuso quotidiano norvegese il Dagbladet che ha pubblicato in prima pagina con il titolo I metodi americani in Iraq: li denudano.

Il servizio a firma Line Fransson, corredato da fotografie che mostrano prigionieri iracheni nudi e scalzi con le mani legate dietro la schiena controllati da vicino da soldati statunitensi armati; altri, sempre nudi e scalzi che corrono in un parco; un altro, poco pi di un ragazzo, anchegli nudo, al quale sul petto stato scritto Al Baba ladro.

Larticolo riferisce, anche, che una fonte militare Usa pare abbia dichiarato che questi metodi sono efficaci per dissuadere i ladri dallentrare nel parco Zawra di Baghdad, dove sono state scattate le foto.

I padroni statunitensi e i loro servi e lacch di ogni risma hanno dimenticato quella Convenzione di Ginevra che appena qualche settimana fa invocavano a gran voce.

Vorremmo non credere a quelle foto e ai fatti che denunciano, che ci suscitano ribrezzo e disprezzo per quanti li hanno ordinati, permessi, compiuti; per quanti avendone potere non vi mettono immediatamente termine; per quanti potendo non protestano con il governo Usa perch immediatamente punisca i responsabili e li affidi al Tribunale internazionale.

Noi niente possiamo, tranne adattare a quanti di questi fatti si sono macchiati, con una leggera modifica, il titolo di un capolavoro da non dimenticare, quel Se questo un uomo di Primo Levi. E dichiariamo che se questi sono uomini ci vergogniamo di far parte del genere umano.

29/04/03

Benito Marziano