Return to Website

BENVENUTO IN AGORÀ, il Forum su misura per noi.

UNA DISCUSSIONE SEMPRE APERTA... se vuoi scrivere qualcosa che può interessare clicca su new article e lasciando i tuoi dati scrivi l'oggetto di quello che è il contenuto del tuo messaggio e dopo pochi minuti sarà visibile sulla nostra lavagna di discussione. Se invece vuoi rispondere ad un messaggio, dopo averci cliccato e letto clicca su reply e fai il segno di spunta se vuoi la notifica.

BENVENUTO IN AGORA' Forum su misura per noi.
Start a New Topic 
Author
Comment
View Entire Thread
Risorgimento: pregi e difetti


Caro Sebastiano, il Risorgimento certamente un argomento delicato e guai a non affermarlo. Si certo, caro Sebastiano, il Risorgimento stato per il Sud , forse pi un "affossamento". Ma non sarei comunque cos negativo sul nostro Risorgimento. Voglio dire che gli eccessi begativi esistono ovunque. Basta ricordare la Liberazione della Sicilia nella seconda guerra mondiale. LA Mafia, e dico MAFIA, aiut gli alleati nello sbarco e nella loro azione di leberazione. Ti dico per dire che poi accanto alla Mafia, vi era la magior parte di gente che collabor con trasparenza alla liberazione della tua bella isola. Gli eccessi come vedi sono ovunque. Io ammiro Mazzini, Garibaldi, per niente i Savoia. Costoro erano uomini e come tali pieni di difetti. Ma credimi caro amico, che se oggi noi avessimo persone come loro, col loro sentire patriottico ed italiano nel cuore, non saremmo certo a questi punti.MAzzini era un massone, ma con l'Italia nel cuore. In sostanza hai ragione quando critichi aspeti del risorgimento, ma attenzione a smitizzarlo totalmente. un caro saluto, Cuccu44

--- --- --- --- --- --- --- --- ---

Replying to:

Caro Cuccu44,

pur condividendo la tua indignazione per l'italia attuale dissento dalla mitizzazione che riproponi dei supposti patrioti risorgimentali: Mazzini, Garibaldi, Cavour.

Mazzini e Garibaldi che costituivano l'ala democratico-borghese del Risorgimento erano gi in forte disaccordo tra loro. Cavour che rappresentava gli interessi dinastici dei Savoia, delle banche, degli agrari e dei latifondisti meridionali combatt aspramente appunto contro la componente democratica e contro i borbonico-clericali. Chi ne fece le spese furono i meridionali, in gran parte contadini, che ingannati da Garibaldi che, con la collaborazione del poi funesto trasformista Crispi, si spacciava per l'inviato di S.Rosalia e prometteva terra e libert salvo poi inviare Bixio a fucilare chi la terra la occupava : il racconto la Libert di Verga narra i fatti di Bronte con grande realismo.

Molti garibaldini divennero contadini-briganti e altri, negli anni successivi criticarono da sinistra il falso liberatore Garibaldi. A Napoli oggi la statua al Garibaldi il luogo in cui i disoccupati incollano i manifesti di protesta e per noi meridionali I Savoia sono per noi del Sud dei conquistatori e con il loro stato maggiore militare, escluso il generale Govone che criticava quel che si faceva, composto da criminali di guerra e dell'umanit: Cuccu44 non sono esagerazioni, se vai a Pontelandolfo e altri paesi del Sud ci sono ancora i vecchi borghi incendiati dai bersaglieri con gli abitanti dentro, vecchi-bambini-donne. Per cortesia non ti far ingannare dalla retorica nazionalista che vede uniti Ciampi e Storace( a proposito, il presidente -si fa per dire - si congratulato con l'ex picchiatore fascista per aver inaugurato la giornata della nazione nella regione Lazio, con bandiere tricolori e inno di Mameli per i bambini delle elementari).Non poteva essere diversamente: il nazionalismo del Risorgimento, incluso il confuso misticismo patriottico del Mazzini che definiva masnadieri i contadini-briganti che lottavano soprattutto per i loro diritti di terra e di pascolo e di far legna, precede come ha ben scritto la Arendt, il totalitarismo da noi fascista. Cuccu44 il Risorgimento stato una fregatura per il Sud, ed argomento delicato. Scusa la franchezza. ciao sg